ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marocco: rimpatriati centinaia di clandestini

Lettura in corso:

Marocco: rimpatriati centinaia di clandestini

Dimensioni di testo Aa Aa

Attraverso il deserto, dove sono stati abbandonati una settimana fa dalle autorità marocchine, almeno duecento clandestini vengono trasportati in autobus verso una destinazione sconosciuta. Probabilmente ai confini sud orientali del Paese. Per il momento il Marocco ha accettato di rimpatriare via area solo gli immigrati (un migliaio di persone circa) provenienti dal Senegal e dal Mali, paesi con cui è stato raggiunto un accordo.

Per gli altri il viaggio di ritorno a casa si annuncia più lungo e duro. A Bou Arfa, durante una sosta dei pullman, i clandestini denunciano il trattamento loro riservato. “Non sappiamo dove siamo diretti. Non ci hanno dato niente da mangiare, niente. Solo l’acqua che ci avete dato voi”. Mentre il Marocco ha chiesto la cooperazione anche dell’Algeria, si teme che in pieno deserto siano state abbandonate migliaia di persone.

È quanto denuncia l’operatore di una Ong: “Li abbandonano nel deserto. È disumano”. A Ceuta intanto è giunta oggi la delegazione della Commissione europea per verificare le irregolarità denunciate da Medici senza frontiere. Sempre oggi è atteso un rappresentante dell’Alto commissariato delle NAzioni Unite per i rifugiati. Lunedì il ministro degli Esteri spagnolo Moratinos si recherà a Rabat per parlare della crisi con il suo omologo marocchino.