ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il terremoto nel subcontinente indiano fa almeno 30mila morti


mondo

Il terremoto nel subcontinente indiano fa almeno 30mila morti

Trentamila morti. In Pakistan il terremoto di ieri è considerato la peggiore catastrofe naturale nella storia del paese. Diverse decine di migliaia i feriti, ma già si sa che il numero delle vittime salirà man mano che i soccorritori raggiungeranno i tanti centri rimasti isolati in seguito all’interruzione delle vie di comunicazione.

Anche l’India e l’Afghanistan sono stati colpiti dal sisma, con conseguenze, sembra, meno devastanti. La prima scossa, ieri mattina intorno alle nove ora locale, ha raggiunto i 7,6 gradi della scala Richter, un’intensità tale non solo da far tabula rasa di interi villaggi ma da far crollare palazzine di più piani, come a Islamabad, dove si scava, con ogni mezzo, per salvare i sopravvissuti e recuperare i cadaveri. La macchina dell’assistenza internazionale si è messa in moto immediatamente. La Gran Bretagna, che conta tra la popolazione centinaia di migliaia di cittadini d’origine pakistana, ha inviato su due voli una sessantina tra personale medico e soccorritori.
Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Immigrazione, Msf accusa: il Marocco deporta i clandestini nel deserto