ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al Baradai è il nuovo Nobel per la pace

Lettura in corso:

Al Baradai è il nuovo Nobel per la pace

Dimensioni di testo Aa Aa

Il lavoro dell’Onu è Premio Nobel per la nona volta. Direttamente come accadde nel 2001 o attraverso le sue agenzie, infatti, quest’anno è l’Organizzazione delle nazioni unite a ricevere il prestigioso riconoscimento. Nell’epoca in cui si ricordano gli anniversari dei grandi bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki, Mohammed A Baradai e l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica si aggiudicano il premio. Il 5 giugno 1997, Mohammed Al Baradai, egiziano, sostituisce alla guida dell’agenzia Hans Blix, dopo averne fatto parte sin dal 1984. Da questo momento, senza tregua, egli si batte per la non proliferazione nucleare nel mondo.Nel 2003, Mohammed Al Baradai è il primo direttore dell’Aiea ad andare a Baghdad e, una volta tornato a New York, tenta di convincere Washington dell’assenza nel paese di armi di distruzione di massa. “Attualmente non abbiamo alcuna prova evidente di attività nucleari in Iraq – dirà Al Baradai -. Aiea verifica la presenza o l’assenza di tali armamenti con l’intrusione di sistemi di verifica sia con, che senza la cooperazione del paese sorvegliato”.Gli eventi gli daranno ragione. Per il grande pubblico, l’Aiea resta pero’ un’agenzia dell’Onu, mal identificata, interpellata durante i grandi disastri nucleari. Come l’incidente di Cernobyl dell’86, la scoperta del programma nucleare in Irak nel 91 o recentemente per il dossier sull’Iran.Dottore in Diritto internazionale, Al Baradai per 20 anni è stato un diplomatico al servizio delle Nazioni unite, formazione che continua ad utilizzare ogni giorno nel suo lavoro. “Diplomazia e controllo, se funzionano queste due attività, funziona tutto – è solito dire”. Non tutti sono d’accordo, invece, sull’assegnazionme del Nobel. Dissentono politici, opinionisti, ma anche organizzazioni ostili all’energia atomica. Greenpeace ha definito ‘una problematica’ la decisione del comitato, perchè sottolinea il ruolo di promotore del nucleare dell’Aiea.