ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Roma: iniziato il processo per la morte di Roberto Calvi

Lettura in corso:

Roma: iniziato il processo per la morte di Roberto Calvi

Dimensioni di testo Aa Aa

Stamani all’apertura del processo per la morte dell’ ex presidente del Banco Ambrosiano Roberto Calvi, dei cinque imputati, in aula era presente solo Flavio Carboni.

L’udienza si è chiusa con il rinvio al 23 novembre per questioni procedurali.

La vicenda Calvi approda in un’aula di giustizia a oltre 23 anni dai fatti. Archiviato inizialmente come un suicidio, il caso del banchiere milanese tornòd’attualità quando alcune perizie, richieste dalla famiglia, conclusero che si era trattato di omicidio. L’ex presidente del Banco Ambrosiano fu trovato impiccato sotto il ponte dei Frati Neri, a Londra, il 18 giugno del 1982. Secondo i rappresentanti dell’accusa, dietro la morte di Calvi ci sarebbe una serie di intrecci torbidi: a partire dall’amministrazione di denaro per conto di Cosa Nostra, al riciclaggio attraverso il Banco Ambrosiano. L’accusa non sottovaluta poi la volontà dei mandanti di acquisire maggior peso negoziale nei confronti di coloro che erano in rapporti con lo stesso Calvi: massoneria, P2, Ior, referenti politici e istituzionali. Convinto del suicidio è Carboni e su questa tesi si basa la linea difensiva del suo legale. Tra gli imputati anche l’ex cassiere della Mafia Pippo Calò che sta scontando un ergastolo. Sulla vicenda Calvi c‘è a Roma un altro fascicolo processuale oggetto di accertamenti da parte della Procura: un’indagine stralcio sui mandanti dell’ omicidio. Una decina gli indagati tra cui l’ex capo della P2, Licio Gelli.