ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bali: l'industria turistica fra le vittime degli attentati

Lettura in corso:

Bali: l'industria turistica fra le vittime degli attentati

Dimensioni di testo Aa Aa

I terroristi hanno scelto due località di grande richiamo per i turisti. L’industria turistica balinese cominciava a risollevarsi, 3 anni dopo gli attentati alle discoteche di Kuta beach, in memoria dei quali è stato eretto un monumento.

Adesso gli stranieri hanno fretta di andarsene. Il governo australiano chiede ai propri cittadini di evitare l’Indonesia. Ma non tutti intendono seguire il consiglio: “Sì, ho paura, ma non voglio andarmene da Bali. Non voglio abbandonare i balinesi che non hanno alcuna colpa. Sono appena arrivato e resterò fino alla fine delle vacanze”. Comunque gli aeroporti di Bali sono pieni di viaggiatori in partenza. E c‘è chi ha quasi visto la morte in faccia, come la famiglia di un turista tedesco: “In quel locale eravamo andati a mangiare almeno 5 volte. Ieri sera ci siamo passati davanti non più di 30 secondi prima dell’esplosione. E’ stato orribile”. Il 70 % delle entrate di Bali proviene dal turismo. L’ennesima crisi del settore potrebbe colpire duro.