ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bali: confermata l'ipotesi dell'attentato suicida

Lettura in corso:

Bali: confermata l'ipotesi dell'attentato suicida

Dimensioni di testo Aa Aa

26 morti accertati e oltre 120 feriti. Il bilancio degli attentati che hanno fatto ripiombare Bali nel terrore è ancora provvisorio, ma sulla paternità dell’attentato ci sono pochi dubbi.

Nell’ottobre 2002, stessa zona e stessa dinamica: kamikaze, zainetti carichi diesplosivo e scoppi quasi contemporanei. Alcune immagini girate da un video-amatore mostrano il ristorante Raja di Jimbaran e un giovane con uno zainetto che cammina tra i tavoli. Pochi attimi dopo, lo scoppio e il dubbio che proprio quel ragazzo sia il kamikaze. La tesi degli attentati suicidi fra Kuta beach e Jimbaran sembra essere confermata dal fatto che sono stati trovati corpi senza testa e questa, secondo gli inquirenti è la firma che lascia il kamikaze. Secondo gli esperti, la Jamaah Islamiya è l’unica organizzazzione ad avere lavolontà e la capacità di coordinare attachi simultanei contro obiettivi occidentali in Indonesia. Il gruppo terriristico, legato ad Al Qaeda, era stato ritenuto responsabile anche degli attentati che il 12 ottobre 2002 fecero 202 morti. Gli inquirenti sono già sulle tracce di due esperti di esplosivi che potrebbero essere all’origine di questa nuova strage e già si parla di sei terroristi in azione: tre esecutori e tre complici. Tra le vittime sono stati identificati finora un giapponese, tre australiani e quattordici indonesiani. Secondo la Farnesina, nella lista non ci sarebbero italiani.