ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bali. Il processo per gli attentati del 2002 non fornì tutte le risposte

Lettura in corso:

Bali. Il processo per gli attentati del 2002 non fornì tutte le risposte

Dimensioni di testo Aa Aa

L’inchiesta sull’attentato del 2002 ha portato all’arresto e alla condanna di 24 persone. Nel 2003 si è celebrato il processo conclusosi con 3 condanne a morte, 2 ergastoli e 19 pene più lievi, che poi sono state riviste al ribasso in appello. Ciò ha destato lo sconcerto dei familiari delle vittime.

Il personaggio chiave della cellula terroristica che pianificò l’attacco contro le discoteche è un meccanico di 41 anni. Amrozi bin Nurhasyim, meglio noto come il “bombarolo sorridente”. Al presidente del tribunale di Giakarta che gli comunicava la sentenza di morte, rispose con un’esplosione di gioia e ringraziamenti ad Allah. Bin Nurhasyim aveva lui stesso ammesso di aver comprato gli esplosivi e i furgoni utilizzati per gli attentati e si era assunto la paternità dell’azionecui avevano partecipato anche due suoi fratelli. Malgrado le condanne, il processo non è riuscito a far emergere e a chiarificare i contorni della nebulosa dell’estremismo islamico, in seno alla quale è maturata l’azione terroristica.