ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Algeria: l'opposizione contesta i risultati del referendum sulla "riconciliazione"

Lettura in corso:

Algeria: l'opposizione contesta i risultati del referendum sulla "riconciliazione"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’opposizione algerina contesta il sì plebiscitario al referendum sulla Carta di riconciliazione nazionale. Per il Fronte delle Forze Socialiste lo scrutinio è stato una “grossa menzogna” a partire dai dati sull’affluenza.

Il ministro dell’interno ha dichiarato che il sì ha vinto ieri con il 97,43% dei voti e un tasso di partecipazione di poco inferiore all’80%. Un dato che secondo il leader dell’opposizione laica è stato moltiplicato per quattro. Il presidente Bouteflika si è investito in prima persona nella campagna per l’approvazione della Carta, un testo con il quale ha chiesto esplicitamente agli algerini di perdonare i responsabili di oltre 200 mila esecuzioni e attentati di matrice islamica che hanno sconvolto l’Algeria negli anni ’90. Bouteflika ha chiesto, con la Carta, l’amnistia per gli integralisti che si siano arresi e implicitamente anche carta bianca per contrastare i fondamentalisti ancora attivi. Il presidente portà varare leggi per decreto senza passare per il parlamento, motivo per cui l’opposizione teme che il referendum abbia aperto la strada all’assolutismo.