ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Voltare la pagina del terrorismo islamico. Verso l'approvazione il referendum voluto dal presidente algerino Bouteflika

Lettura in corso:

Voltare la pagina del terrorismo islamico. Verso l'approvazione il referendum voluto dal presidente algerino Bouteflika

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli algerini si sono espressi sul referendum voluto dal presidente Abdelaziz Bouteflika per approvare la “Charta per la pace e la riconciliazione nazionale”. Per il capo dello Stato questo scrutinio rappresenta il seguito del referendum sulla “concordia civile” che nel 1999 permise la resa di migliaia di terroristi islamici. Nelle violenze degli anni novanta persero la vita quasi duecentomila persone.

L’incognita maggiore oggi è legata alla partecipazione, mentre è quasi certo che la proposta presidenziale verrà approvata a larga maggioranza. Due ore dopo l’apertura dei seggi aveva votato il diciassette virgola dieci per cento dei 18 milioni di aventi diritto. Il presidente Bouteflika ha condotto una campagna serrata per l’approvazione della Charta incentrando il discorso sulla necessità di perdonare. Per i partiti laici e democratici è stata una campagna blindata, a senso unico. “La riconciliazione nazionale è una buona cosa – dice un’algerina – Spero che porterà stabilità al paese”. Tra le altre cose la Charta permetterà agli esiliati di ritornare, ma questi non potranno svolgere attività politica. Le famiglie degli scomparsi contestano però il modo nel quale le autorità hanno affrontato il problema. Secondo loro prima di accordare il perdono bisogna ottenere verità e giustizia.