ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, il blitz militare sulla nave dirottata non calma il conflitto sindacale

Lettura in corso:

Francia, il blitz militare sulla nave dirottata non calma il conflitto sindacale

Francia, il blitz militare sulla nave dirottata non calma il conflitto sindacale
Dimensioni di testo Aa Aa

La nave dirottata dagli scioperanti è tornata in Porto ma il conflitto resta. L’imbarcazione della società di navigazione Sncm è giunta in serata nella base militare di Tolone.

Una trentina di marinai sono stati rimessi subito in libertà mentre per quattro attivisti sindacali è scattato il fermo. La procura deciderà oggi se chiedere il rinvio a giudizio. “Non siamo terroristi, non abbiamo armi, cerchiamo solo di difendere il nostro posto di lavoro”, dice uno degli scioperanti. La protesta prosegue a Marsiglia dove lo scalo marittimo rimane bloccato oggi per il terzo giorno consecutivo per il concomitante sciopero dei portuali. L’atto dimostrativo dei dipendenti della compagnia pubblica Sncm si è concluso ieri mattina con un blitz senza precedenti in Francia in occasione di un conflitto sindacale. I gendarmi francesi che hanno dato l’assalto alla nave sono stati accolti dagli applausi beffardi dei manifestanti-dirottatori, che non hanno opposto resistenza. Nuovi scontri ci sono stati invece a Bastia, in Corsica. Il sindacato dei lavoratori corsi ha minacciato per oggi uno sciopero generale se la giustizia userà le maniere forti contro i dirottatori. Il governo, intanto, ha ribadito l’intenzione di vendere la compagnia. Ma sul tipo di privatizzazione e sulle conseguenze occupazionali i giochi sembrano ancora aperti.