ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Polonia svolta a destra ma bassissima l'affluenza alle urne

Lettura in corso:

In Polonia svolta a destra ma bassissima l'affluenza alle urne

Dimensioni di testo Aa Aa

La stampa polacca sottolina la bassa, bassisima affluenza alle urne all’indomani delle legislative che hanno sancito la vittoria del blocco di centro destra.

Il tasso di affluenza alle urne avrebbe sfiorato appena il 40% percento. Partecipazione catastrofica, titolano alcuni quotidiani, che mettono in evidenza il disamore dei polacchi per la politica. Così stamattina qualcuno confessa di non conoscere ancora l’esito della consultazione, come questa donna, che comunque si dice soddisfatta della vittoria delle destre: “I Kaczynskis saranno in grado di portare il paese al livello che i cittadini si aspettano”. “Sono volti vecchi- dice polemicamente un uomo – tutte queste persone sono sempre state al potere. Sono stanco di questi politici e di quelli che ci hanno governato finora. In realtà governano da 15 anni, sono sempre gli stessi, solo il nome dei partiti è cambiato”. La formazione dei gemelli Kaczynski, “Diritto e giustizia”, ha ottenuto più di un quarto delle preferenze diventando partito di maggioranza relativa. Un esito insperato fino agli ultimi giorni di campagna elettorale. Due punti percentuali in meno per Piattaforma civica, dato per favorito, con cui si si cercherà di dar vita a una coalizione di governo. Alleanza non semplice viste le vedute diverse su welfare e economia. La via per i fratelli Kaczynski e il candidato di Piattaforma civica, Donald Tusk,sembra comunque obbligata soprattutto in vista delle presidenziali di ottobre. Grande sconfitta è la sinistra dell’alleanza socialdemocratica, al potere dal 2001.