ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tel Aviv continua i raid su Striscia di Gaza in risposta agli attacchi di Hamas

Lettura in corso:

Tel Aviv continua i raid su Striscia di Gaza in risposta agli attacchi di Hamas

Dimensioni di testo Aa Aa

Ufficialmente sono esercitazioni, ma quello dei carri israeliani è un vero assetto di guerra. L’artiglieria pesante è schierata a ridosso dei confini della Striscia di Gaza: tiene sotto tiro Gaza City. E’ la diretta conseguenza delle parole del premier Ariel Sharon: impedire in ogni modo nuovi lanci di razzi palestinesi contro città israeliane.

La situazione d’equilibrio seguita al ritiro delle truppe di Tel Aviv dalla Striscia di Gaza è durata appena due settimane: venerdì 15 militanti di Hamas sono morti in un’esplosione a Jabaliya. Da allora agli attacchi palestinesi su Sderot e altre città israeliane hanno fatto eco i raid dell’aviazione di Tel Aviv, che sabato hanno ucciso due persone a Gaza. Mentre il leader dell’Anp Mahmud Abas ha dichiarato “grave e ingiustificata” la reazione d’Israele, contro le violenze di Hamas il premier Sharon deve mostrare il pugno di ferro perchè all’interno del Likud cresce la pressione dell’opposizione di destra guidata da Benjamin Netanyahu che considera il ritiro da Gaza un regalo agli estremisti palestinesi. Questa notte Tsahal, l’esercito israeliano, ha colpito ancora la zona Nord della Striscia abbattendo edifici considerati dai servizi israeliani rifugio di militanti Hamas. L’ambasciatore Usa a Tel Aviv ha dichiarato che quella d’Israele è una comprensibile azione di difesa.