ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Svizzera, referendum per decidere se aprire le porte ai lavoratori neo-Ue

Lettura in corso:

In Svizzera, referendum per decidere se aprire le porte ai lavoratori neo-Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ un referendum cruciale per la Svizzera, tanto quanto per l’Europa allargata.I cittadini elvetici decidono se aprire la porte ai lavoratori dei 10 Stati entrati nell’Unione Europea nel 2004.

Le intenzioni di voto prevedevano il 50% di sì, con i contrari fermi al 38%. Ma l’alto numero di indecisi – il 12% – potrebbe fare la differenza. Bruxelles attende con certa apprensione l’esito delle urne. In caso di vittoria del NO, bisognerebbe rimettere mano anche al cosiddetto pacchetto bilaterale n° 1, che comprende gli accordi già in vigore. Si tratta di una serie di misure sulla libera circolazione stipulate fra Berna e l’Europa a 15. Ora si tratta di estendere le convenzioni a Paesi Baltici, stati dell’Est, Malta e Cipro. Le ragioni del no vertono essenzialmente sul timore di una invasione del mercato del lavoro e sono sostenute in particolare dalla destra populista e delle sinistre radicali.