ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Polonia: legislative domenica. Testa a testa Destra-Liberali. Crolla Sinistra

Lettura in corso:

Polonia: legislative domenica. Testa a testa Destra-Liberali. Crolla Sinistra

Dimensioni di testo Aa Aa

Secondo tutti i sondaggi le legislative di domenica prossima segneranno la svolta a destra della Polonia.

Dopo 4 anni di governo socialdemocratico, PO, il partito liberale Piattaforma Civica di Jan Rokita, si aggiudica il 34% delle preferenze nei sondaggi. Ma se la sconfitta delle sinistre è data per scontata, quella che si annuncia è una battaglia serratissima col Pis, Diritto e Giustizia, formazione conservatrice cui le previsioni danno il 32% delle preferenze. Il candidato conservatore Jaroslaw Kaczynski sembra destinato in ogni caso a far coppia con Jan Rokita: saranno le urne a stabilire chi sarà primo ministro e chi vice-premier. Sono in ogni caso previsioni e – secondo gli analisti – potrebbe anche uscirne una situazione di stallo “alla tedesca” con due premier in pectore e nessuno de facto. Si annuncia una disfatta per l’Sld, Alleanza della Sinistra Democratica, la formazione post-comunista che governa dal 2001. Secondo i sondaggi raccoglierà appena il 10% delle preferenze. Ma la vera incognita è l’affluenza alle urne: “C‘è una riluttanza diffusa, una sfiducia degli elettori non solo nei confronti della classe politica ma verso le stesse istitutzioni democratiche” spiega il Direttore dell’Istituto d’Analisi Politica. “Nel 2001 l’astensionismo era stato del 54%. Stavolta potrebbe toccare il 60”. Su una popolazione totale di quasi 40 milioni di persone, sono 20 milioni gli aventi diritto al voto. La campagna dei liberali si è concentrata sulla riforma fiscale e sul rilancio dell’economia per un Paese in cui la disoccupazione ha toccato il 18%.