ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Texas: esodo forzato per l'uragano Rita

Lettura in corso:

Texas: esodo forzato per l'uragano Rita

Dimensioni di testo Aa Aa

Oltre un milione di persone sono in fuga dalle coste Texane per evitare l’uragano Rita. Per uscire da Huston, la metropoli del Texas, ci vogliono non meno di 15 ore: le code sono lunghe decine di chilometri.

Il sindaco della città, Bill White, ha messo in atto il piano di evacuazione. Centinaia di autobus sono stati messi a disposizione degli sfollati. Il Pentagono ha mobilitato oltre 300 mila soldati della Guardia Nazionale, almeno 10 mila sono già stati dislocati in Texas, per Katrina ne erano stati previsti 11 mila in totale. La criticatissima agenzia della protezione civile FEMA ha inviato 800 uomini e decine di camion carichi di generi di prima necessità. L’uragano Rita è potenzialmente catastrofico, si sta avvicinando alle coste del Texas con forza cinque, quella massima. Gli esperti del centro per gli uragani di Miami annunciano che si tratta del terzo uragano più forte che abbia mai colpito gli Stati Uniti: l’impatto più devastante dovrebbe avvenire tra domani notte e sabato mattina in una zona un po’ a Nord di Galveston e Huston. Per spingere i residenti ad abbandonare le proprie case, è stato accordato persino il trasporto di animali domestici sui mezzi di soccorso. C‘è comunque un problema di fondo: “Non possiamo costringere la gente ad andarsene, anche quando c‘è un ordine di evacuazione” a dirlo è il capo della polizia locale, che precisa: “Non ne abbiamo l’autorità”. Nonostante i vari ordini di evacuazione, anche in Texas come a New Orleans, c‘è chi resta e persino chi decide di esorcizzare l’uragano facendo del surf.