ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan, alta tensione alla vigilia del voto.

Lettura in corso:

Afghanistan, alta tensione alla vigilia del voto.

Dimensioni di testo Aa Aa

Per l’Afghanistan domani sono le prime elezioni parlamentari in 36 anni.Si teme per gli attacchi taliban, ma le urne vengono portate anche sulle montagne che sono state il rifugio dei guerriglieri.Le liste elettorali contano 5.800 candidati: alcuni sono tristemente noti, come Abdul Sayyaf, signore della guerra legato all’Arabia Saudita e a Bin Laden, o Maulvi Qalamudin, che prima della caduta del regime, nel 2001, faceva bastonare le donne senza burqa. Per la popolazione che abita le montagne la sola speranza è che il voto porti maggior sicurezza e poi scuole, strade, nuovi ospedali.La presenza di candidati inaccettabili secondo le associazioni per i diritti umani e le reiterate minacce da parte taliban contro chi si recherà alle urnefanno temere una bassa affluenza.Chi ha già vinto in un certo senso sono le donne: un centinaio hanno sfidato le intimidazioni e si sono iscritte alle liste elettorali.Il presidente Hamid Karzai – eletto a ottobre 2004 e protetto dalle forze statunitensi – è stato criticato per aver permesso la candidatura di personaggi compromessi col regime taliban. La strategia da lui difesa è stata quella di tentare di assorbire le fasce estremiste nel processo politico.Alla vigilia del voto 7 candidati sono stati assassinati e per la prima volta dalla fine del regime, nella provincia di Kabul è stato ucciso un capo della polizia insieme a due agenti.