ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

George Bush recita il mea culpa a New Orleans

Lettura in corso:

George Bush recita il mea culpa a New Orleans

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente George Bush ha scelto New Orleans per recitare il suo mea culpa trasmesso in diretta tv nell’ora di massimo ascolto: “Quattro anni dopo la terribile esperienza dell’11 settembre – ha detto – gli Americani hanno il diritto di attendersi una risposta piu’ efficace in casi cosi’ eccezionali. Quando il governo federale non riesce a rispettare questo principio, io come presidente, mi ritengo responsabile del problema e della sua soluzione. Percio’ ho chiesto a ogni ministero di partecipare ad una completa revisione dei piani di emergenza per gli uragani”.

In uno dei pochi bar aperti di New Orleans, nel quartiere francese, la gente ha ascoltato con attenzione il discorso di Bush. Una donna commenta:“Mi è sembrato un discorso incoraggiante, molto positivo ma bisognerà vedere se farà quello che dice, se riuscirà a coordinare il governo federale, statale e locale per fare qualcosa e mantenere le promesse”. “Si è assunto la responsabilità per le cose che sono andate male, mentre avrebbe anche potuto parlare di quelle che hanno funzionato. E’ stato un buon discorso. I finanziamenti in arrivo e tutto il resto… Un discorso positivo su quello che si dovrà fare. E io credo che verrà fatto”. Commenta un altro avventore del bar di New Orleans. Fondi federali verranno impiegati per la riparazione delle infrastrutture pubbliche, come strade, ponti, scuole. Uno sforzo stimato in 200 miliardi di dollari, che fa di Katrina il disastro piu’ costoso della storia americana.