ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ancora una fumata nera a Bruxelles sulla questione cipriota

Lettura in corso:

Ancora una fumata nera a Bruxelles sulla questione cipriota

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli ambasciatori dei venticinque non sono riusciti a trovare un accordo sulla risposta da dare alla Turchia che rifiuta di riconoscere Cipro.

La velocità con cui proseguiranno i negoziati per l’adesione di Ankara dovrebbe essere condizionata alla capacità della Turchia di rispettare i suoi obblighi nei confronti di tutti gli stati membri, questo, secondo la bozza della presidenza britannica. Ma Cipro vuole che sia fissato un ultimatum. Il riconoscimento del governo greco-cipriota tuttavia non era una delle condizioni fissate lo scorso dicembre, quando si decise di avviare le trattative. A fine luglio la Turchia ha firmato un nuovo accordo doganale, ma i suoi porti continuano ad essere chiusi per le navi greco-cipriote. Gli ambasciatori all’Unione europea si riuniranno ancora il 21 settembre, il tempo stringe, le trattative per l’adesione turca si apriranno il 3 ottobre.