ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Summit Onu: fallisce il progetto di riforma, accordo su terrorismo e povertà

Lettura in corso:

Summit Onu: fallisce il progetto di riforma, accordo su terrorismo e povertà

Dimensioni di testo Aa Aa

Lotta al terrorismo e alla povertà. Su questi due argomenti sono riusciti a mettersi d’accordo i 150 capi di stato e di governo intervenuti al vertice straordinario dell’Onu a New York. Una risoluzione promossa dalla Gran Bretagna per prevenire l’incitamento al terrorismo è stata approvata all’unanimità dal Consiglio di Sicurezza.Quel Consiglio che, negli obiettivi di questo vertice eccezionale, che segna il sessantesimo compleanno di un’istituzione nata alla fine della Seconda Guerra Mondiale, sarebbe dovuto essere riformato e allargato. Una riforma che invece è stata rinviata sine die.Il premier britannico Tony Blair ha così riassunto le ambizioni di questo vertice: “Se mantenessimo i nostri impegni a questo summit, la nostra modestia sorprenderebbe. Ci sarebb più democrazia, meno oppressione, più libertà, meno terrorismo, più crescita, meno povertà, gli effetti sarebbero misurati nelle vite di milioni di persone che non potranno mai sentire questi discorsi o leggere le nostre dichiarazioni. Ma – suggerisco – sarebbe la giusta vocazione dei leader politici e le Nazioni Unite vivrebbero all’altezza del loro nome”.Il vertice prosegue fino a domani. Kofi Annan ha insistito che l’idea della riforma del Consiglio di sicurezza “non è morta”. Per il segretario generale il maggior fallimento del negoziato è stato però il mancato accordo sulla non proliferazione nucleare e il disarmo.