ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Germania e la Turchia. Visioni opposte tra la SPD e la CDU

Lettura in corso:

La Germania e la Turchia. Visioni opposte tra la SPD e la CDU

Dimensioni di testo Aa Aa

La Turchia segna il netto confine tra i conservatori della CDU e i socialdemocratici della SPD. Il cancelliere Gerhard Schroeder ha personalmente sostenuto la candidatura di Ankara all’Unione Europea e la sua piena adesione. La leader dei cristiano democratici Angela Merkel preferisce piuttosto parlare di partenariato privilegiato. Non è necessario fare speculazioni affrettate sostiene Peter Gros, analista del Centre for European Policy Studies:

“La decisione di avviare i negoziati per l’adesione è stata già presa e non viene rimessa in discussione dai conservatori- dice-. Vedremo nei prossimi anni, come cambierà la Turchia. Non credo che ci sia bisogno di decidere a breve termine” Da oltre quarant’anni la Turchia è legata all’Europa attraverso un accordo doganale recentemente esteso anche ai nuovi membri. Il rappresentante dell’associazione degli imprenditori turchi a Bruxelles, non vuole che il suo paese sia un membro di serie B. “I negoziati per l’adesione cominceranno il 3 ottobre-dice Bahadir Kaleagasi- allora sarà ovvio che la proposta di partenariato privilegiato è solo un guscio vuoto, ed è indecente” A premer per l’ingresso della Turchia in Europa, sono soprattutto gli Stati Uniti, la visione dei conservatori tedeschi, tradizionalmente filo-atlantica, in questo caso diverge. “Non vedo contraddizioni-ha dichiarato Thomas Jensen, coordinatore dei militanti Cdu a Bruxelles. Gli europei devono fare quello che credono piú giusto nel proprio interesse. Lo faremo capire in seguito agli americani, soprattutto se avremo buone relazioni con gli USA” Circa due milioni e mezzo di turchi vivono in Germania, è la piú grande comunità in Europa. Berlino è il primo partner commerciale della Turchia.