ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Irlanda del Nord: la rivolta protestante. Terza notte di disordini

Lettura in corso:

Irlanda del Nord: la rivolta protestante. Terza notte di disordini

Dimensioni di testo Aa Aa

Terza notte di disordini in Irlanda del Nord, nei quartieri più disagiati, e protestanti, di Belfast.

Dieci agenti sono rimasti feriti negli scontri. Da sabato sono già una sessantina a finire in ospedale. I lealisti più oltranzisti dimostrano così la loro collera per non aver potuto attraversare un quartiere cattolico nel corso di una loro marcia orangista, sabato scorso. In centinaia hanno preso di mira le forze dell’ordine con bombe molotov nei quartieri settentrionali, occidentali e meridionali di Belfast. La polizia si è limitata a sparare proiettili di gomma, e a procedere a numerosi arresti. Domani Peter Hain, ministro britannico per l’Irlanda del Nord potrebbe annunciare l’esclusione delle Forze dei Volontari dell’Ulster, responsabili dei disordini, dai negoziati di pace per aver violato la tregua, in vigore, e più o meno rispettata, dal 1997. Il governo regionale misto, che prevede la condivisione dei poteri tra cattolici e protestanti, è in stallo da tre anni.