ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cipro sventola l'ipotesi veto contro l'adesione della Turchia

Lettura in corso:

Cipro sventola l'ipotesi veto contro l'adesione della Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo cipriota minaccia di utilizzare il veto contro l’apertura dei negoziati con la Turchia, se non sarà soddisfatto della dichiarazione che sta preparando la presidenza britannica.

La Gran Bretagna intende chiedere alla Turchia di riconoscere Cipro il prima possibile e di applicare il protocollo doganale siglato a fine luglio. Una richiesta a cui si è unito il commissario per l’allargamento Olli Rehn: “Ci aspettiamo che la Turchia applichi l’accordo doganale senza discriminazioni- ha dichiarato- questo vuol dire garantire la libera circolazione dei beni con tutti gli stati membri compresa Cipro” Il 29 luglio, firmando l’accordo doganale con i nuovi stati europei, Ankara ha precisato che questo non implicava un riconoscimento delle autorità greco-cipriote che governano il sud dell’isola. Porti e aereoporti turchi continuano ad essere sbarrati per le merci della Cipro greca. Il ministro degli esteri di Nicosia George Iacovu ha ribadito: “Chiederemo solide garanzie della piena applicazione dell’unione doganale prima di dare la nostra approvazione al quadro dei negoziati per la Turchia” Il governo turco rifiuta di fare ulteriori concessioni e ribadisce di aver soddisfatto tutti i criteri richiesti lo scorso dicembre per far partire i negoziati. La questione sarà affrontata mercoledí dagli ambasciatori all’unione europea. Manca meno di un mese all’apertura delle trattative con la Turchia in programma il 3 ottobre a Lussemburgo.