ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il controllo sulla frontiera tra il Sinai e Gaza passa all'esercito egiziano

Lettura in corso:

Il controllo sulla frontiera tra il Sinai e Gaza passa all'esercito egiziano

Dimensioni di testo Aa Aa

Con il passaggio di consegne dall’esercito israeliano a quello egiziano sulla linea di frontiera tra la striscia di Gaza e il Sinai si è completata una delle ultime tappe del ritiro israeliano da Gaza.

Circa 750 soldati della guardia di frontiera egiziana si sono dispiegati lungo il confine – la Philadelphi Route – per vigilare sulla sicurezza anche dopo il ritiro di Tsahal dalla striscia di Gaza. La Philadelphi route, lunga circa 12 chilometri, è chiamata dagli egiziani corridoio di Saladino. Israele la controllava dalla guerra del 67. A seguito degli accordi di pace del 79, l’Egitto poteva difendere il confine solo con agenti di polizia dotati di armi leggere. Il ritiro da Gaza è ora alle ultime battute: dopo l’evacuazione delle colonie in agosto, l’esercito si prepara a partire e ha già distrutto venerdi’ le sue ultime postazioni nel nord. Le forze armate lasceranno l’area a partire da lunedi. L’operazione dovrebbe durare 24 ore. Alcuni ritardi potrebbero essere causati dall’incertezza sulla sorte delle 25 sinagoghe che si trovano nelle ex colonie.