ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Ecofin cerca rimedi all'escalation del prezzo del petrolio

Lettura in corso:

L'Ecofin cerca rimedi all'escalation del prezzo del petrolio

Dimensioni di testo Aa Aa

Limitare le conseguenze dell’impennata del prezzo del petrolio sull’economia e sulla crescita: è l’oggetto della riunione dei ministri delle finanze dei 12 Paesi della zona euro, in corso a Manchester. La riunione dell’Eurogruppo precede il consiglio informale dell’Ecofin, che riunisce i ministri dei Venticinque.Difficile trovare dei rimedi immediati al caro-petrolio. Il commissario europeo all’energia Andris Piebalgs ha presentato martedì scorso a Strasburgo un piano per calmierare i prezzi. Ma non c‘è accordo tra i membri, se non sulla valutazione dell’impatto che gli aumenti avranno sull’economia europea. La Banca centrale europea ha stimato una riduzione all’1,3 per cento della crescita annuale del Prodotto interno lordo della zona euro. I governi temono che l’impennata dei prezzi alla pompa aumenti l’inflazione eriduca ulteriormente la fiducia dei consumatori sul futuro dell’economia, spingendoli ad acquistare di meno. Francia e Belgio pensano di compensare in parte, con un assegno ai nuclei familiari, il surplus di imposte indirette che gli Stati ricevono in seguito agli aumenti.Il ministro francese delle finanze, Thierry Breton, ha annunciato una tassa sui profitti delle compagnie petrolifere se queste non acconsentiranno a ridurre i prezzi alla pompa. Si calcola che il gigante petrolifero Total abbia registrato, negli ultimi 6 mesi, profitti per un milione e mezzo di euro all’ora.