ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A new Orleans cinque morti dovute a batteri

Lettura in corso:

A new Orleans cinque morti dovute a batteri

Dimensioni di testo Aa Aa

A new Orleans quello che le autorità temevano si è verificato: cinque persone potrebbero essere morte per un’infezione batterica provocata dalle acque putride, stando al Centro d’Atlanta per malattie e infezioni negli Stati Uniti.Il rischio epidemie diventa tangibile e abbandonare la città è un ordine.

Un agente di polizia: “Per la salute pubblica siamo fortemente preoccupati, l’alto livello delle acque, cui si sono mischiate acque reflue, sostanze chimiche, detriti, cadaveri e carcasse di animali possono causare epidemie. Abbiamo paura per epatite e colera”.

Nell’evacuazione della città sono impegnati 63 mila militari, di cui 45 mila guardie nazionali. L’ordine è di usare la forza in caso di resistenza estrema. E c‘è chi disegna scenari apocalittici: “Io ve lo sto dicendo è un inferno. Ci sono ratti di fiume che stanno diventando pirana”. E intanto prosegue l’ingrato compito di recuperare i cadaveri. La protezione civile americana ha spedito in Louisiana 25 mila sacchi di plastica per raccogliere e trasportare i morti. Tra i quali si annoverano adesso anche cento anziani deceduti per inedia, dimenticati in un deposito del porto di New Orleans. Nella città del jazz intanto è iniziata una vasta campagna di vaccinazioni.