ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

New Orleans: verrà usata la forza per evacuare gli irriducibili

Lettura in corso:

New Orleans: verrà usata la forza per evacuare gli irriducibili

Dimensioni di testo Aa Aa

A dare l’ok per l’evacuazione forzata è stato il sindaco della città, devastata dal passaggio, la settimana scorsa, dell’uragano Katrina.

Soccorritori e volontari si sono limitati finora a offrire assistenza, acqua e viveri ai sopravvissuti, ma ora il rischio epidemia è altissimo e c‘è l’odine di vuotare del tutto la città, trasferendo anche gli ultimi 10 mila che si rifiutano di partire. “Molti non se ne vogliono andare ha dichiarato un volontario hanno animali domestici e non vogliono separarsi dalla loro casa. Dicono di voler soltanto aspettare che scenda il livello dell’acqua. Offriamo loro generi alimentari, ma la maggior parte dice di non averne biogno”. Colmata con sacchi di terra, sabbia e ghiaia la falla sull’argine del canale sulla 17ma strada, l’acqua che ha sommerso l’80% di New Orleans è scesa di decine di centimetri. Gigantesche idrovore aspirano l’acqua e la riversano nel nel lago Pontchartrain, nonostante tutto, ci vorranno fino a tre mesi per prosciugare l’intera città. “Abbiamo lavorato non stop da sabato -dice un soccorritore. I progressi ci sono, ma resta ancora molto da fare”. La Casa Bianca intende stanziare 40-50 miliardi di dollari per tamponare l’emergenza, ma sono tutt’altro che sopite le critiche per l’inadeguatezza delle misure preventive di fronte a una catastrofe ampiamente annunciata.