ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mea culpa di Koffi Annan nello scandalo "Petrolio in cambio di cibo"

Lettura in corso:

Mea culpa di Koffi Annan nello scandalo "Petrolio in cambio di cibo"

Dimensioni di testo Aa Aa

Duro colpo alle Nazioni Unite. La relazione finale sull’inchiesta in merito allo scandalo “petrolio in cambio di cibo” in Iraq ha rivelato gravi irregolarità, e superficialità da parte di chi avrebbe dovuto controllare il programma. Per il segretario dell’Onu tanto imbarazzo e un pubblico mea culpa.

“Il programma lasciava troppo spazio agli iracheni, piu’ di quanto fossero in grado di gestire, ha detto l’estensore della relazione, Paul Volcker. Inoltre l’estrema complessità da un punto di vista amministrativo non è stata sempre ben risolta dalla commissione di gestione né dal segretariato, per non parlare delle continue differenze sul piano politico.” Individuate le falle nel programma, Kofi Annan accetta le critiche ma sottolinea l’assoluzione nei suoi riguardi emersa dall’inchiesta. “La relazione, ha detto il segretario delle Nazioni Unite, è critica nei miei confronti, e ne prendo atto. Recentemente la commissione d’inchiestaha pero’ chiarito che io non ho mai influenzato o tentato di influenzare l’assegnazione degli appalti. Mi rallegro che la relazione finale lo confermi.” 1.10Il programma dell’Onu era stato creato per alleviare le condizioni di vita degli iracheni, sottoposti per diversi anni a embargo economico. 1.20ends