ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Venezia, accoglienza da star per Orlando Bloom

Lettura in corso:

Venezia, accoglienza da star per Orlando Bloom

Dimensioni di testo Aa Aa

La Mostra del Cinema che fischia Battiato e stravede per Monica Bellucci, ha accolto Orlando Bloom come una star. Al Lido per “Elisabethtown”, opera fuori concorso di Cameron Crowe e con Kirsten Dunst, l’interprete del “Signore degli anelli”, di “Troy” e di “le Crociate”, è stato osannato dalle fan.

Più sobrietà per Susan Sarandon, terzo personaggio del film di Crowe, accolta comunque da una ovazione. L’emergente Bloom è il protagonista di una commedia romantica, una storia sull’America profonda, di successi e fallimenti, di vita e di morte. Un film che è un po’ una sorpresa, ma che a lui è apparso impegnativo per via dell’accento statunitense, che non gli veniva bene. Elisabethtown è comunque un film dalle tante facce: pieno di musica e di spunti humour, ma anche di dialoghi profondi. E con al centro un tema fisso per chi vive nell’America di oggi: la ricerca smaniosa del successo come conferma della propria esistenza.