ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

New Orleans, una città fantasma. Le autorità evacuano tutta la cittadinanza.

Lettura in corso:

New Orleans, una città fantasma. Le autorità evacuano tutta la cittadinanza.

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutti fuori da New Orleans: l’appello viene da Kathleen Blanco, governatore della Lousiana. L’evacuazione, ha aggiunto, avverrà con tutti i mezzi possibili: autobus, navi ed elicotteri. In queste ore viene evacuato anche il Superdome, il gigantesco stadio coperto nel quale hanno trovato rifugio 20.000 persone. Saranno tutte trasferite nel Texas. Il governatore, visibilmente commossa già ieri quando cercava di definire l’ampiezza della tragedia, ora fa sapere che il Superdome non è solo minacciato dall’acqua che continua a salire, ma anche dalla violenza sfociata all’interno, in condizioni difficili: la rottura dell’aria condizionata e i bagni intasati non facilitano certo le cose.In città le forze dell’ordine, oltre a procedere alle operazioni di sgombero e salvare il salvabile, devono anche contenere gli sciacalli, che approfittano della situazione per svuotare case e negozi. L’acqua continua a salire: i militari hanno gettato migliaia di sacchi di sabbia per rimediare alla rottura di un argine del lago a nord della città, ma è come buttarli in un buco nero, ha detto il governatore.

I morti nel Mississippi sono oltre un centinaio, ma il timore è che questo bilancio finisca per essere raddoppiato o triplicato. L’area più colpita è la contea di Harrison, nella quale si trofano le località di Gulfport e Biloxi, quasi completamente rase al suolo dall’uragano Katrina. Solo in questo edificio di Biloxi, che avrebbe dovuto essere evacuato, hanno trovato la morte una trentina di persone. Ed ora si teme anche il diffondersi di epidemie. L’acqua è contaminata, mancan medicinali, e ci vorranno forse delle settimane per ripristinare i servizi essenziali.