ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Linea dura di Sarkozy: a Parigi evacuati gli immobili fatiscenti

Lettura in corso:

Linea dura di Sarkozy: a Parigi evacuati gli immobili fatiscenti

Dimensioni di testo Aa Aa

La prefettura di Parigi sgombererà i palazzi più malsani e pericolosi, evacuando di conseguenza anche gli occupanti abusivi.

La misura, decisa dal ministro dell’interno Nicolas Sarkozy, giunge dopo gli incendi di lunedì e venerdì, costati la vita nella capitale a 24 africani. Il provvedimento, dal quale il sindaco socialista di Parigi si è dissociato, è aspramente contestato dagli immigrati che chiedono migliori condizioni di accoglienza. L’immobile dove si è sviluppato l’ultimo incendio era di proprietà di una società pubblico-privata. Per la prefettura, che sembra incline a riconoscere la causa accidentale, lo stabile in sé non presentava particolari rischi. Non più di qualsiasi immobile abitato. Dieci famiglie, in regola con il permesso di soggiorno, erano state alloggiate altrove. Le altre dodici erano in attesa. “Non avevano l’acqua, la venivano a prendere in strada – dice una vicina – Certo, a lasciarli in quelle condizioni per quattro anni c’era da aspettarsi che succedesse qualcosa”. Queste le condizioni del palazzo, situato nel quartiere Marais, prima dell’incendio: l’elettricità proveniva da un allaccio di fortuna. L’ambasciatore della Costa d’Avorio, paese d’origine delle vittime, si è detto choccato per la tragedia e ha chiesto la regolarizzazione degli immigrati senza permesso.