ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Polonia celebra i 25 anni di Solidarnosc

Lettura in corso:

La Polonia celebra i 25 anni di Solidarnosc

Dimensioni di testo Aa Aa

I cantieri navali di Danzica in Polonia. Davanti a quei cancelli il paese celebra oggi Solidarnosc il sindacato guidato da un ex elettricista di nome Lech Walesa. Le cerimonie di oggi, alla presenza di numerose personalità, culmineranno con una messa celebrata dal neo arcivescovo di Cracovia Stanislao Dziwisz, ex segretario di Papa Woytila. Verrà ricordata una data storica: il 31 agosto 1980, il giorno in cui il governo comunista del generale Jaruselsky dovette riconoscere il sindacato Solidarnosc, solidarietà, concedendo ai lavoratori diritti sino allora negati come il diritto di sciopero e di rivendicazione sindacale. Ricordi gloriosi di cui però Lech Walesa non vuole rimanere prigioniero: non voglio pensare al futuro. I miei pensieri sono proiettati verso il futuro”. Walesa oggi non gode di grande considerazione in patria. Vorrebbe ricandidarsi alle presidenziali, ma la sua stella politica è in fase calante. Walesa resta però pur sempre una figura determinante della Polonia di fine secolo. Così come lo sono stati, chi più chi meno, alcuni dei 3500 ex delegati sindacali che ieri sera hanno partecipato a un convegno per ricordare gli inizi di questa avventura: il primo sindacato libero polacco. Una realtà che avrebbe contribuito a dare una spallata decisiva al regime comunista.