ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aperte in Polonia le celebrazioni ufficiali per i 25 anni di Solidarnosc

Lettura in corso:

Aperte in Polonia le celebrazioni ufficiali per i 25 anni di Solidarnosc

Dimensioni di testo Aa Aa

“Forse un giorno nascerà una Solidarnosc russa, ma c‘è il rischio che i movimenti di massa si trasformino in una rivoluzione non arancione ma piuttosto rossa e nera”. Così Serghei Kovaliov, ex dissidente russo e difensore dei diritti umani, ha attaccato dalla Polonia le derive autoritarie del potere del presidente Putin. Kovaliov parlava di fronte alle 800 personalità intervenute alla conferenza internazionale aperta oggi a Varsavia nell’ambito delle commemorazioni per il venticinquesimo anniversario della nascita di Solidarnosc. La conferenza si concluderà mercoledì a Danzica.Stamattina Lech Walesa aveva dato il via alle celebrazioni ufficiali con un discorso di fronte alle due camere del parlamento polacco riunite in sessione plenaria. L’ex leader del primo sindacato libero del blocco comunista ha rievocato l’evento celebrando la libertà conquistata, una libertà che – ha detto – “non ha prezzo”.Il 31 agosto del 1980 ottanta Walesa vinse la battaglia avviata due settimane prima con lo sciopero ai cantieri navali di Danzica. Il governo firmò l’accordo che sancì la nascita di un sindacato libero e legale. Era il primo passo verso la fine del comunismo.