ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Quote del tessile: negoziati a oltranza tra Bruxelles e Pechino

Lettura in corso:

Quote del tessile: negoziati a oltranza tra Bruxelles e Pechino

Dimensioni di testo Aa Aa

Terzo round dell’incontro sul tessile. Continua a oltranza a Pechino il negoziato Unione europea e Cina per rivedere le quote destinate all’export cinese per il mercato comune. I tempi potrebbero essere maturi per arrivare a un’intesa. Cosa che farebbe tirare un gran respiro di sollievo agli importatori e ai distributori europei che aspettano da giorni lo sdoganamenti delle merci, bloccate alle frontiere. Le esportazioni cinesi verso l’Europa hanno infatti già raggiunto, per 7 categorie di prodotto su 10, le quote previste per quest’anno dall’accordo siglato il 10 giugno scorso. Ma prima di quella data molti commercianti avevano già comprato, e pagato, le merci in eccedenza.Centinaia di milioni di euro sono usciti dall’Europa. Ora, bisogna farli rientrare. Altrimenti, ci potrebbero essere ripercussioni sul settore tessile (fallimenti di imprese, licenziamenti) e sull’andamento dei prezzi.La questione è delicata. Accontentando le richieste degli importatori europei, si danneggerebbero i produttori, che da tempo chiedono a Bruxelles – e quest’anno hanno in parte ottenuto – di tutelare il mercato dall’invasione di economicissimi abiti cinesi.