ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Martinica, cerimonia di suffragio per le vittime del disastro aereo del 16/8

Lettura in corso:

In Martinica, cerimonia di suffragio per le vittime del disastro aereo del 16/8

Dimensioni di testo Aa Aa

A Fort-de-France, in Martinica, la cerimonia di suffragio per i morti nel disastro aereo del 16 agosto ha riunito migliaia di persone. Presenti Jacques Chirac, il capo dello stato francese, e Hugo Chavez, presidente del Venezuela, paese in cui si è verificato l’incidente.

L’intera Martinica si è stretta intorno ai familiari delle 160 vittime, tutte originarie dell’isola, tranne un italiano, da tempo residente in questo dipartimento d’oltremare francese, e gli 8 colombiani membri dell’equipaggio. In Martinica oggi, gli uffici pubblici sono rimasti chiusi, mentre in tutta la Francia le bandiere sono state abbassate a mezz’asta. La cerimonia, allo stadio Dillon di Fort-de-France, ha assunto le caratteristiche di un funerale di stato, malgrado l’assenza delle bare. I resti delle vittime sono infatti ancora in Venezuela per le esigenze dell’inchiesta. A simboleggiare la loro presenza c’erano le foto degli scomparsi. 160 bambini vestiti di bianco, il colore del lutto in Martinica, hanno deposto una candela accesa di fronte a ciascuna delle immagini. Quanto alle cause dell’incidente, per determinarle si attende l’analisi delle scatole nere, che verrà fatta in Francia. Per spiegare il disastro, al momento l’ipotesi più attendibile sembra essere quella di un problema di carburante, forse insufficiente o di cattiva qualità.