ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Controllo del "Corridoio di Filadelfia": vicino accordo israelo-egiziano

Lettura in corso:

Controllo del "Corridoio di Filadelfia": vicino accordo israelo-egiziano

Dimensioni di testo Aa Aa

Israele ed Egitto sono vicini a un accordo sul pattugliamento del cosiddetto corridoio di Filadelfia, la lingua di territorio fra il Sinai egiziano e la striscia di Gaza.

Se gli ultimi punti di disaccordo verranno superati, e se il parlamento israeliano approverà l’intesa, nei prossimi giorni, le guardie di frontiera egiziane potranno per la prima volta dispiegarsi lungo il confine, in deroga all’accordo di pace firmato da Egitto e Israele nel ’79. A cambiare lo scenario è stata l’evacuazione completa delle colonie ebraiche della striscia di Gaza. L’opinione del vice primo ministro israeliano Shimon Peres: “E’ un accordo importante perché ci ritireremo dal corridoio di Filadelfia che è lungo 14 Km e da ora in poi sarà il confine fra l’Egitto e il territorio palestinese”. Dopo l’evacuazione delle colonie, lo smantellamento dell’infrastruttura militare israeliana dovrebbe concludersi, entro metà settembre. Poi il controllo del corridoio di filadelfia dovrebbe passare interamente nelle mani dei palestinesi da una parte, e degli egiziani dall’altra. Gli israeliani chiedono però agli egiziani di vigiliare in particolare sul traffico d’armi lungo la frontiera.