ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele, Sanur e Homesh, le due ultime colonie cisgiordanie vicine alla resa

Lettura in corso:

Israele, Sanur e Homesh, le due ultime colonie cisgiordanie vicine alla resa

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stata evacuata la sinagoga di Sanur, una delle due ultime colonie interessate al piano di disimpegno del governo Sharon. I rotoli della Torah sono stati portati fuori dagli ultimi religiosi costretti ad abbandonare l’edificio.

Nella mattinata i militari avevano fatto irruzione nei due insediamenti cisgiordani di Sanur e Homesh, abbattendo i cancelli e le barriere poste dai coloni all’ingresso. I militari hanno calcolato che all’interno delle colonie si sono infiltrati circa 2 mila ultranazionalisti, mentre i residenti erano circa un centinaio. L’esercito ha dispiegato 5 mila tra soldati e agenti di polizia. I coloni si sono limitati tuttavia a opporre una resistenza passiva e non ci sono stati episodi di violenza. Alcuni coloni si sono asserragliati sul tetto di una caserma, mentre case ed edifici sono state circondate dal filo spinato per rendere più difficile il compito dei soldati. I militari hanno trasportato di peso alcune persone fuori dagli edifici. La stessa scena si è ripetuta nella vicina Homesh. Dai due insediamenti sono già partiti alcuni pullman, che hanno condotto i coloni fuori dai territori. Le due colonie dovrebbero essere evacuate in giornata, secondo i militari. Dopo la conclusione ieri dello sgombero della striscia di gaza, con sanur e Homesh si conclude il piano di ritiro avviato il 15 agosto. I due insediamenti si trovano in una vallata che ha un significato importante per gli ebrei: secondo la Bibbia è qui che Giuseppe è stato venduto dai proprifratelli.