ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Petrolio: in Ecuador contro lo sciopero autorizzata la forza

Lettura in corso:

Petrolio: in Ecuador contro lo sciopero autorizzata la forza

Dimensioni di testo Aa Aa

Sembra rientrare la crisi in Ecuador. Nella province in rivolta di Sucumbios e Orellana i militari hanno cominciato a riprendere il controllo dei pozzi di petrolio che nella tarda serata di ieri hanno ricominciato a pompare greggio.

Diversi giorni di sciopero, indetto dai lavoratori del settore per chiedere più garanzie e più investimenti, hanno portato alla paralisi del settore petrolifero e all’introduzione dello stato d’emergenza. La crisi ha determinato le dimissioni del ministro della Difesa sostituito dal generale a riposo Oswaldo Jarrin. Che, dopo aver prestato giuramento, ha chiesto la sospensione dello sciopero aggiungendo che se necessario sarà usata la forza.. “L’esercito, in accordo alla sua missione e al suo dovere costituzionale ha detto appliccherà le regole d’ingaggio perché in Ecuador sia rispettata la legge” Quinto produttore di petrolio dell’America Latina, la crisi ha messo il Paese in ginocchio. Quito dovrà ricorrere adesso a un prestito di 400 milioni di dollari presso il Fondo latinoamericano delle riserve per evitare problemi alla bilancia dei pagamenti e importare 140 milioni di dollari di greggio.