ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Evacuate altre colonie prima della p

Lettura in corso:

Evacuate altre colonie prima della p

Dimensioni di testo Aa Aa

Ultima evacuazione prima della pausa per lo shabat ebraico.L’esercito israeliano ha completato in giornata lo sgombero delle ultime case occupate dai coloni nell’insediamento di Gadid, nel sud della striscia di Gaza.

Pianti, urla, scene di disperazione poi anche gli ultimi coloni irriducibili spalleggiati da circa 200 estremisti venuti da Israele e dalla Cisgiordania si sono arresi. Alcuni di loro si erano asserragliati nella sinagoga.Vi sono ancora 4 colonie da evacuare su 21. Le operazioni di sgombero riprenderanno domenica mattina.Ma il piano di ritiro unilaterale voluto da Sharon sta andando avanti piu’ velocemente del previsto.I soldati hanno già cominciato a distruggere le case dell’insediamento di Kerem Atzmona a poche decine di metri dal litorale. I palestinesi dei villaggi circostanti osservano con stupefatto sollievo le manovre dei buldozzer e delle gru, le stesse che nei mesi e negli anni scorsi avevano raso al suolo le loro abitazioni.Fino ad ora la soddisfazione per il ritiro unilaterale israeliano si è espressa in maniera molto composta.Gli israeliani pero’ per rendere piu difficili eventuali marcie trionfali stanno scavando degli avvallamenti ad est delle colonie.Il presidente dell’Autorità nazionale palestinese Mahmud Abbas oggi ha partecipato assieme ad altri notabili ad una preghiera di ringraziamento collettiva e poi ha parlato da un palco allestito all’interno dell’aeroporto di Gaza. “Lo scalo” ha affermato Abbas “diventerà la porta d’ingresso del futuro stato palestinese e presto cominceranno nelle ex colonie i lavori di costruzione di nuove case per la popolazione palestinesecosi da ridurre almeno in parte il problema del sovraffollamento dei centri abitati.