ULTIM'ORA

Lettura in corso:

11/9, sette anni di carcere a un terrorista della cellula di Amburgo


mondo

11/9, sette anni di carcere a un terrorista della cellula di Amburgo

Tornerà subito in carcere Mounir el Motassadek, condannato oggi a sette anni dalla Corte di appello di Amburgo in relazione agli attentati dell’11 settembre 2001 negli Stati Uniti.

Il trentunenne marocchino, al suo secondo processo dopo quello annullato dalla Corte suprema, e’ stato riconosciuto responsabile di partecipazione a un’organizzazione terroristica ma non di complicità negli attentati. “La peculiarità di questo processo – ha affermato il pubblico ministero – è che tra la pianificazione e la realizzazione degli attentati sono passsati due anni. Abbiamo dovuto accertare i fatti in maniera retrospettiva ed è stato molto difficile. Gli attori principali sono morti o non disponibili quindi ci siamo dovuti basare su indicazioni”. Un elemento importante a carico di Motassadek è stato il soggiorno nel 2000 in uno dei campi di addestramento di Al Qaida in Afghanisthan. “Il fatto che è stato nei cosiddetti campi del terrore, o come li si vuole chiamare, – ha ribattutto l’avvocato difensore – non basta a metterlo in relazione con altri personaggi e a dimostrare la sua colpevolezza”. Secondo l’accusa Motassadek era un membro della cellula islamica di Amburgo, di cui facevano parte almeno due piloti kamikaze tra cui Mohammed Atta, che fece schiantare il primo aereo contro le torri gemelle.
Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Naufragio di clandestini al largo della Colombia: si salvano in 9 su 113