ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: rinvio di una settimana per la Costituzione. Gli USA sdrammatizzano

Lettura in corso:

Iraq: rinvio di una settimana per la Costituzione. Gli USA sdrammatizzano

Dimensioni di testo Aa Aa

In Iraq tutto rinviato di una settimana per la Costituzione. Vista l’impossibilità di arrivare all’accordo entro ieri sera, come stabilito, il parlamento di Baghdad ha votato una proroga fino al 22 agosto. Il presidente dei deputati, Hajem al-Hassani, ha riconosciuto il fallimento, ammettendo che il compromesso per ora non si trova.

I curdi del nord e gli sciiti del sud, vogliono il federalismo. I sunniti si oppongono, sono per un potere centralizzato, perché temono di ritrovarsi senza petrolio. C‘è poi chi vuole uno stato laico e chi chiede l’istituzione della sharia, la legge coranica. Il segretario di stato americano Condoleeza Rice ha dovuto fare buon viso a cattivo gioco: “Siamo testimoni dell’avanzata dellademocrazia in Iraq. La nuova costituzione è una tappa fondamentale nella storia del nuovo Iraq. Abbiamo fiducia nel fatto che gli iracheni continueranno il processo in corso fino alle elezioni politiche di fine anno”. Washington premeva per il rispetto del calendario. Per dare un segnale all’insurrezione sunnita, ma anche per poter cominciare a preparare un primo ritiro delle truppe. La permanenza dei soldati in Iraq è sempre meno popolare fra gli americani.