ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sri Lanka in stato di emergenza per l'assassinio del ministro degli esteri

Lettura in corso:

Sri Lanka in stato di emergenza per l'assassinio del ministro degli esteri

Dimensioni di testo Aa Aa

Stato di emergenza a oltranza in Sri Lanka. Lo ha proclamato la presidente Chandrika Kumaratunga dopo l’assassinio del ministro degli esteri Lakshman Kadirgamar.

Il capo della diplomazia cingalese è stato ucciso ieri sera a Colombo con due colpi d’arma da fuoco all’addome e al petto: stava rientrando da un ricevimento ed era ormai vicino a casa. La polizia ha già puntato il dito contro i ribelli Tamil: due persone sarebbero già state arrestate. Cristiano di etnia Tamil, il ministro Kadirgamar era tra i principali oppositori del movimento, dichiarato illegale da Stati Uniti e Gran Bretagna proprio grazie ai suoi sforzi. L’attentato arriva ad appena un giorno dalle minacce delle Tigri Tamil di riprendere il conflitto armato. Minacce seguite al no del governo al disarmo di una fazione di ribelli dissidenti che combatterebbero la milizia con l’appoggio delle forze regolari.