ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tel Aviv: la destra in piazza per fermare l'evacuazione della Striscia di Gaza

Lettura in corso:

Tel Aviv: la destra in piazza per fermare l'evacuazione della Striscia di Gaza

Dimensioni di testo Aa Aa

La più grande manifestazione anti ritiro mai organizzata dalla destra a Tel Aviv. E’ nella piazza dedicata a Yitzhak Rabin, che qui venne assassinato, che si sono dati appuntamento ieri sera decine di migliaia di dimostranti, ostili al ritiro dalla Striscia di Gaza, fissato per il 15 agosto.

Hanno deciso di presentarsi sin da lunedì in piccoli gruppi ai punti di passaggio tra la Striscia e Israele per impedire all’esercito di evacuare i coloni. A creare problemi sono soprattutto i quindici insediamenti di Gush Katif, piu’ a sud – l’arancione il loro colore simbolo, mentre le altre sei colonie, più a nord, sono già state sgomberate. Stamane il premier israeliano Ariel Sharon ha ribadito di non essersi affatto pentito della decisione presa, né di avere alcuna intenzione di chiedere scusa ai coloni, come ha fatto di recente il presidente Katzav. In base ai sondaggi il premier conserva l’appoggio della maggioranza degli israeliani, seppur di misura. Lo sgombero prevede l’evacuazione da Gaza di 8500 coloni in un territorio abitato da quasi 1,4 milioni di palestinesi. Sin da ieri l’esercito ha rafforzato i controlli per fermare gli nfilitratinelle colonie di Gaza: centinaia di ebrei radicali infatti sono già penetrati negli insediamenti per dare manforte ai coloni decisi a fare resistenza.