ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia, proposta del governo per il rientro dei capitali esteri

Lettura in corso:

Russia, proposta del governo per il rientro dei capitali esteri

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo russo ha approvato un progetto di condono fiscale per permettere il rientro dei capitali esportati illegalmente all’estero e l’emersione di somme nascoste al fisco. La misura, simile a quella già adottata in Italia, mira a iniettare nuovi capitali nel sistema economico. Si calcola che dalla caduta dell’Unione Sovietica, dalla Russia siano fuoriusciti oltre 200 miliardi di euro.

Il ministro delle finanze, Alexei Kudrin: “Con la nostra proposta i cittadini che dichiareranno i loro redditi dovranno pagare solo un’imposta del tredici percento, evitando le sanzioni che normalmente sono applicate”. Se il progetto verrà approvato la finestra del condono rimarra aperta dal primo gennaio al primo luglio dell’anno prossimo. Dopo il processo Yukos però la comunità finanziaria russa è alquanto scettica su questo tipo di iniziative. Il timore è che dichiarando i propri capitali si scateneranno nuovi controlli da parte dell’apparato fiscale e giudiziario.