ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nucleare: l'Iran non si piega neppure di fronte all'Aiea

Lettura in corso:

Nucleare: l'Iran non si piega neppure di fronte all'Aiea

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Iran non si piega neppure di fronte all’agenzia Onu per la sicurezza nucleare e bolla come inaccettabile la risoluzione votata dal suo direttivo. A Vienna nel pomeriggio il consiglio dei governatori dell’Aiea ha adottato per consenso la risoluzione proposta dalla troika europea con la quale si chiede all’Iran di interrompere il programma nucleare. Programma, continua a ripetere Teheran, che non ha fini militari.

Il direttore generale dell’Agenzia, Mohamed el Baradei, ha sottolineato in conferenza stampa la necessità per Teheran di rivedere le sue posizioni, ma ha anche ribadito la necessità di continuare il dialogo. Nell’adozione della risoluzione, ha precisato, vi è un evidente richiamo per ambo le parti a tornare al tovolo delle trattive. La risoluzione chiede all’Iran di sospendere tutte le attività di arricchimento e autorizza il direttore dell’agenzia a chiedere il ripristino dei sigilli che sono stati tolti lunedì nell’impianto di Isfahan. Gli europei chiedono ancora a El baradei un nuovo rapporto per il tre settembre sull’applicazione da parte iraniana dell’accordo di salvaguardia del trattato di non proliferazione nucleare.