ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Milan Lukic, superricercato per crimini di guerra, sarà giudicato all'Aja

Lettura in corso:

Milan Lukic, superricercato per crimini di guerra, sarà giudicato all'Aja

Dimensioni di testo Aa Aa

Milan Lukic ha acettato di essere giudicato dal Tribunale penale internazionale dell’Aja. L’ex paramilitare serbo è accusato di avere partecipato all’assassinio di oltre 140 bosniaci. Ha 37 anni ed è uno dei dieci superricercati per i crimini commessi all’inizio degli anni 90 in ex Yugoslavia.

Latitante da più di cinque anni, Lukic è stato arrestato lunedì in Argentina, a Buenos Aires, davanti alla porta del suo appartamento. La polizia è riuscita a rintracciarlo seguendo la moglie e la figlia dal loro arrivo all’aeroporto della città. Lukic risponderà ai giudici dell’Aja di 21 capi d’accusa, tra crimini di guerra e contro l’umanità, per persecuzione, assassinio e sterminio commessi contro civili musulmani, in Bosnia a Visegrad. A chiedere la sua estradizione, oltre all’Aja, è anche Belgrado, che lo ha condannato in contumacia a 20 anni per il rapimento, la tortura e l’assassinio di 16 musulmani nel 92 a Sjeverin, in Serbia.