ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nagasaki, sessant'anni fa la bomba atomica

Lettura in corso:

Nagasaki, sessant'anni fa la bomba atomica

Dimensioni di testo Aa Aa

A sessant’anni dalla bomba atomica, Nagasaki ricorda le sue vittime. L’acqua sarà versata sulle pietre del monumento alla memoria, per coloro che sono morti chiedendo da bere dopo l’esplosione.

A segnare il momento del lancio della bomba sulla città, saranno le campane del parco della pace. Prima del discorso del primo ministro Junichiro Koizumi, i bambini intoneranno canti in ricordo delle vittime. La bomba atomica al plutonio ha colpito la città giapponese alla fine della seconda guerra mondiale, il 9 agosto del 45, alle 11 e 2 del mattino. Tre giorni prima una bomba all’uranio aveva devastato Hiroshima, uccidendo istantaneamente quasi 80 mila persone. Nel corso dell’anno altre 60 mila sono morte. A Nagasaki sono morti in pochi istanti 27 mila dei 200 mila abitanti della città. Ma in seguito il numero delle vittime è salito almeno a 70 mila. Nei pochi giorni che seguirono il Giappone ha continuato a combattere disperatamente , fino al 14 agosto, quando il paese ha firmato la resa incondizionata, ponendo fine a sei anni di guerra.