ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incendio Berlino: 8 immigrati morti. La polizia: non è un atto xenofobo.

Lettura in corso:

Incendio Berlino: 8 immigrati morti. La polizia: non è un atto xenofobo.

Dimensioni di testo Aa Aa

Un tragico incidente costato la vita a 8 persone. La polizia criminale berlinese ha escluso l’origine dolosa dell’incendio che questa notte ha distrutto un palazzo della capitale.

Cinque bambini fra le vittime. Almeno sette feriti, di cui cinque in condizioni gravi. Quarantatrè ricoverati per intossicazione da monossido di carbonio. Moabit è un quartiere di case popolari a nord di Berlino: quello andato a fuoco è un vecchio edificio abitato da stranieri. Principalmente arabi e polacchi, da cui l’iniziale ipotesi di un atto di xenofobia. Proprio l’incomprensione linguistica pare la causa di una tragedia forse evitabile. Cento cinquanta pompieri sono giunti sul luogo dell’incednio pochi minuti dopo la chiamata. In vano hanno raccomandato alle famiglie di restare a porte chiuse nei loro appartamenti. Il panico e l’impossibilità di capire quanto veniva spiegato in tedesco sono stati fatali: la circolazione dell’aria nella tromba delle scale ha attizzazo le fiamme, sviluppatesi al pian terreno. In aprile, un episodio analogo costò la vita a ventun immigrati stipati in un vecchio hotel di Parigi.