ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: si dimette il ministro Netanyahu, è contrario al ritiro da Gaza.

Lettura in corso:

Israele: si dimette il ministro Netanyahu, è contrario al ritiro da Gaza.

Dimensioni di testo Aa Aa

Il ministro delle finanze israeliano Benjamin Netanyahu si è dimesso. Netanyahu ha lasciato l’incarico perché si oppone al piano di ritiro da Gaza e dal nord della Cisgiordania.

La decisione di Netanyahu, che in seno al Likud è ritenuto un acerrimo nemico del premier Sharon, ha colto il governo di sorpresa. E’ giunta nel momento in cui il consiglio di gabinetto si accingeva a votare sui piani di evacuazione delle prime tre colonie. Secondo fonti governative, Netanyahu si è alzato, ha consegnato la lettera di dimissioni ad Ariel Sharon e poi se ne è andato: “Non posso essere partecipe di una mossa irresponsabile che spacca il paese, danneggia la sicurezza di Israele e crea rischi all’unità di Gerusalemme”, scrive fra l’altro l’ormai ex ministro. Malgrado il colpo di scena, l’esecutivo ha comunque approvato la fase iniziale dell’evacuazione che deve cominciare il 17 agosto e riguarda 8 mila coloni. Nei prossimi 10 giorni il governo dovrà votare altre 3 volte sull’argomento per rendere effettivo lo smantellamento degli insediamenti. Appoggiati dall’estrema destra religiosa, molti coloni sono sul piede di guerra e sono intenzionati a resistere all’esercito e ad opporsi allo sgombero con con fermezza.