ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran: il neo presidente giura e dice: non ci lasceremo intimidire

Lettura in corso:

Iran: il neo presidente giura e dice: non ci lasceremo intimidire

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad ha giurato in parlamento, a Teheran. L’ultraconservatore Ahmadinejad assume la presidenza della Repubblica islamica nel momento in cui l’Iran intrattiene rapporti difficili con la comunità internazionale a causa dei suoi programmi nucleari.

Il governo ha in sostanza rifiutato l’offerta di compromesso che giungeva dall’Unione europea e si fa sempre più concreto il rischio che il caso Iran approdi al consiglio di sicurezza dell’ONU: “Non ci lasceremo intimidire – ha detto Ahmadinejad nel suo discorso d’investitura – e non ci lasceremo imporre valori estranei alla nostra cultura”. Il programma nucleare, secondo Teheran, serve solo ad aumentare le capacità energetiche del paese. Per la comunità internazionale, il rischio è invece quello della proliferazione atomica. In sostanza l’Iran esige il diritto di autoprodurre il proprio combustibile atomico e sostiene che ciò non contrasta col trattato di non proliferazione, secondo il quale qualunque stato ha il diritto di sfruttare l’energia nucleare a fini pacifici. La comunità internazionale ribatte che nel trattato si parla di centrali e non di combustibile. E’ il ritrattamento dell’uranio a creare problemi, in quanto la tecnica usata può avere ricadute militari oltre che civili. Una riunione straordinaria dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica avrà luogo martedì. Dal canto loro, gli iraniani attendono la visita degli esperti dell’AIEA per togliere i sigilli ai centri di ritrattamento.