ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra risponde alle minacce di al-Qaida schierando la polizia

Lettura in corso:

Londra risponde alle minacce di al-Qaida schierando la polizia

Dimensioni di testo Aa Aa

Esattamente a quattro settimane di distanza dai primi attentati di Londra, che fecero 52 morti, la capitale britannica ha visto lo schieramento di miglaia di poliziotti. Molti agenti, contrariamente alla tradizione, erano armati.

Lo straordinario dispiegamento di forze dell’ordine, deciso dopo le esplosioni, sta costando al governo 750.000 euro al giorno. Ma ne vale la pena, sostengono i vertici della polizia, per rassicurare i londinesi e scoraggiare altri atti di terrorismo. Per la prima volta ieri è stata anche completamente riaperta La linea Piccadilly della metropolitana. “Bisogna dimenticare. Continuare come sempre è il modo migliore di reagire”, dice un pendolare. “Sono triste per quello che è successo ma la vita va avanti”, aggiunge un altro. Ieri è stato anche pronunciato il primo rinvio a giudizio per gli attentati mancati del ventun luglio. Il primo imputato dell’inchiesta è un ventitreenne che avrebbe taciuto informazioni agli investigatori. Oggi, per le stesse accuse, la medesima sorte toccherà probabilmente a due sorelle di 21 e 29 anni.